Shop

iSimulate: la simulazione compatta e senza compromessi

Antonio Scalogna
Cite iSimulate: la simulazione compatta e senza compromessi icon
Share iSimulate: la simulazione compatta e senza compromessi icon
$title

Da un’idea australiana, una soluzione smart modulare che incorpora diverse funzionalità per simulare il monitor paziente. Oggi parliamo di iSimulate.


L’uso di elettromedicali in simulazione non sempre è una scelta vincente, soprattutto in caso di paziente simulato poiché non è possibile simulare una sintomatologia rilevabile solo tramite monitorizzazione reale del paziente.

iSimulate propone una soluzione smart che si chiama REALTi360, un vero e proprio ecosistema modulare che incorpora diverse funzionalità:
– simulatore paziente
– feedback RCP
– monitoraggio parametri
– trasmissione video

La borsa di REALTi360 replica fedelmente (e anche un po’ semplificata) quella di un vero monitor defibrillatore. Per quanto riguarda i cavi per il monitoraggio del paziente al suo interno troviamo il set completo che comprende elettrodi (3 e 7 Dev), piastre adesive, bracciale della pressione, sensore SpO2 e EtCO2, Powerbank, Router e 2 iPad. La dotazione varia leggermente tra REALTi Go, Plus e Pro, quest’ultima comprende anche diversi accessori per la ripresa video.

REALTi360 è composto da un Access Point, usato per l’Apple TV e 4 iPad, uno da 12,9″ che sarà il display vero e proprio del defibrillatore e altri tre, generalmente più piccoli, che servono ad azionare le diverse modalità:
– Simulazione
– Controllore
– Cartella clinica
– Videocamera

Simulatore

Dalla prima schermata, selezionando Monitor, Defibrillator o Venetilators possiamo vedere una vasta gamma di interfacce di veri elettromedicali come Zoll, LifePak, Philips, e via discorrendo.

L’interfaccia lato discente è completamente interagibile, esattamente come nella realtà, infatti l’avvio non è automatico ma bisognerà premere il pulsante dedicato o spostare la manopola come nella realtà.

In questa schermata, oltre alla possibilità di interagire con il dispositivo medicale, il discente potrà visionare referti e analisi che la regia manderà dal tablet “controllore”.

Controllore

iSimulate: simulazione compatta senza compromessi

Una volta collegato il Controllore al Simulatore sarà possibile usare tutte le funzionalità REALTi360. In un’unica schermata, da sinistra, si ha il controllo sui vari step dello scenario, parametri vitali, dati e referti del paziente e controllo della durata della simulazione.

E’ possibile aprire una schermata dedicata per ogni parametro vitale e quindi andare nel dettaglio.

REALTi360 di iSimulate ha una dotazione piuttosto completa di referti e di ritmi ECG, infatti, considerando questo ambito, è il simulatore più completo in commercio al momento.

Simulatore paziente

Insieme alla parte video, è possibile dedicare un iPad per poter leggere la cartella clinica completa del paziente e senza quest’ultimo gli esami verranno trasmessi a schermo intero nel monitor defibrillatore.

Dalla schermata di controllo sarà possibile inviare i referti al simulatore monitor, selezionando le sorgenti dai referti già presenti nel sistema oppure dalla propria galleria di iPad.

Oltre a ciò è possibile creare tutti gli esami del sangue e specificare i dati generali del paziente.

Video

In qualsiasi ambito simulativo è sempre buona prassi registrare l’intero scenario. REALTi360 permette di riprendere lo scenario includendo i parametri vitali che estrapola dal monitor defibrillatore. Per trasmettere il tutto basta semplicemente collegare l’Apple TV all’access point (a cui sono già collegati il monitor e il controllore) e attivare sull’iPad “Video” il Mirroring verso Apple TV.

Verdetto

REALTi360 di iSimulate è più di un semplice simulatore, è letteralmente una workstation utile in diverse occasioni come le simulazioni con un paziente simulato, l’uso di manichini vecchi il cui software è ormai obsoleto, per esempio l’ALS 4000, oppure per avere una sensazione di uso reale di un defibrillatore senza compromettere la sicurezza dei discenti, fondamentale in questo ambito lavorativo.
Ovviamente l’uso principale (e anche il più realistico) è come simulatore di un defibrillatore, tutto il contorno, ovvero il simulatore paziente e ricezione di referti, in caso si abbia già una sala di simulazione ben struttura e una metodologia di simulazione ben definita, passa in secondo piano.
Data la vasta gamma di ritmi, ho iniziato ad usare REAlTi360 per generare ECG a 12 derivazioni senza dover continuare a cercare in Google Immagini.
Tengo a precisare che ciò che avete visto nelle immagini è la prima versione prodotta da iSimulate. Ad oggi la borsa è completamente diversa, potete trovare ogni dettaglio sul sito ufficiale di iSimulate.

– Semplicità di utilizzo e configurazione
– Tutti i kit iSimulate sono molto completi, non è necessario aggiungere nessun accessorio
– Praticamente plug-n-play anche grazie al sistema di Apple
– Adatto ad ogni scenario certificato American Heart Association e ERC

– Non molto economico, ci sono altre alternative decisamente meno costose come SimMon e TruMonitor della Trucorp, se si vuole solo la gestione monitor lato simulazione e istruttore senza accessori e iPad inclusi.
– L’iPad da 9,7″ risulta un po’ stretto per l’interfaccia di controllo
– Disponibile solo su iOS

LEGGI ANCHE

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter

Tutte le notizie SIM, direttamente sulla tua email.
Ricevi mensilmente le migliori ricerche, innovazioni e storie sulla simulazione sanitaria

Join our newsletter