Shop

Fare progressi – Una riflessione sugli sforzi per la diversità, l’equità e l’inclusione nella formazione basata sulla simulazione

Crystal Murillo
Cite Fare progressi – Una riflessione sugli sforzi per la diversità, l’equità e l’inclusione nella formazione basata sulla simulazione icon
Share Fare progressi – Una riflessione sugli sforzi per la diversità, l’equità e l’inclusione nella formazione basata sulla simulazione icon
$title


Nell’ultimo decennio sono stati fatti notevoli passi avanti per affrontare i pregiudizi razziali ed etnici nella formazione basata sulla simulazione. Oggi, gli sforzi per la diversità, l’equità e l’inclusione (DEI) sono sempre più evidenti negli standard industriali, nelle pratiche educative e nella ricerca, promuovendo una rappresentanza più ampia e l’equità nelle simulazioni sanitarie. Ce ne parlano Cynthia Foronda e Crystal Murillo

In collaborazione esclusiva con

Quasi un decennio fa, i simulazionisti hanno iniziato a segnalare una grande lacuna nella pedagogia della simulazione. Gli ambienti e le pratiche di apprendimento basati sulla simulazione mostravano pregiudizi impliciti nei confronti delle minoranze razziali ed etniche (Foronda, et al., 2016; Graham & Atz, 2015). Gli standard internazionali di simulazione non menzionano la necessità di diversità e umiltà culturale (Foronda & MacWilliams, 2015). C’è una sottorappresentazione di docenti e facilitatori di simulazione di razza ed etnia diversa negli ambienti di simulazione (Foronda, et al., 2020; Graham, Atz, Phillips, Newman, & Foronda, 2018). Gli studenti di colore hanno dichiarato di sentirsi “isolati e discriminati” e di sentirsi “sotto pressione” quando partecipano a esperienze di simulazione (Graham & Atz, 2015). In poche parole, la comunità della simulazione sanitaria e il sistema educativo sono circondati da opportunità per migliorare le disuguaglianze razziali nei prodotti di simulazione, nei facilitatori e nelle pratiche pedagogiche.

In prossimità del 2025, vale la pena riflettere su questo decennio per vedere quali passi avanti sono stati fatti per promuovere la diversità, l’equità e l’inclusione (DEI) nella formazione basata sulla simulazione. Sebbene ci sia ancora molto lavoro da fare, abbiamo fatto dei progressi. Questi progressi si riflettono nell’industria, nelle organizzazioni professionali, negli standard internazionali, nelle pratiche educative e nella ricerca. Al giorno d’oggi, quando si assiste all’esposizione dei fornitori in una conferenza professionale sulla simulazione, sono presenti pubblicità di manichini e parti del corpo di varie tonalità di pelle. Anni fa non era così (Conigliaro, et al., 2020; Foronda, et al., 2016). Dal 2020, le principali organizzazioni professionali che si occupano di simulazione, tra cui la Society for Simulation in Healthcare (SSH) e l’International Nursing Association for Clinical Simulation and Learning (INACSL), hanno promosso dei comitati per concentrarsi sul DEI. Le organizzazioni professionali, tra cui l’INACSL e la National Academy of Medicine, hanno aggiunto la diversità ai valori fondamentali delle loro organizzazioni. L’Associazione degli Educatori di Pazienti Standardizzati (ASPE) e l’Accademia Americana di Infermieristica (AAN) hanno aggiunto dichiarazioni DEI accanto alle loro mission. Nel 2021, l’International Network for Simulation-based Pediatric Innovation, Research & Education (INSPIRE) ha convocato un gruppo di esperti interdisciplinari per esaminare e migliorare la valutazione dei DEI nella simulazione. All’interno delle organizzazioni professionali di simulazione, la rappresentanza dei membri del consiglio direttivo si è sempre più diversificata. Mentre le precedenti versioni degli standard internazionali di simulazione non menzionavano la diversità, gli Healthcare Simulation Standards of Best Practice™ ora affermano che i facilitatori devono prendere in considerazione le diverse differenze culturali, i valori e le responsabilità degli allievi (INACSL Standards Committee, 2021). Il cambiamento è in atto.

Allo stesso modo, esaminando l’attuale letteratura sull’educazione basata sulla simulazione, possiamo apprezzare un aumento della ricerca e dell’educazione condotta con un occhio di riguardo alla diversità e all’equità sanitaria. Nel 2022, la rivista di riferimento dell’INACSL, Clinical Simulation in Nursing, ha pubblicato un numero speciale dedicato alla DEI. Nello stesso anno, l’Istituto Nazionale per la Ricerca Infermieristica (2022) ha pubblicato la sua mappa strategica che enfatizzava la priorità della ricerca sulle disuguaglianze sanitarie e sui determinanti sociali della salute. Da allora, sono state pubblicate diverse revisioni sistematiche, editoriali e studi di ricerca su riviste leader nel settore della simulazione che esaminano l’uso della simulazione per affrontare le disparità razziali, i determinanti sociali della salute e migliorare l’equità sanitaria (Murillo, Diaz, Tamanna, Worthy, & Jenerette, 2023). Inoltre, ora esistono metodi per il pre-briefing e il debriefing per l’umiltà culturale (Foronda, 2021; Foronda, et al., 2022a). Sebbene la scienza del DEI nella simulazione sia appena nata (Foronda, et al., 2022b), stiamo assistendo a uno slancio.

Sappiamo che la diversità è fonte di forza. Vale la pena riconoscere e celebrare il lavoro svolto dalla comunità della simulazione per aumentare gli sforzi verso la DEI nell’educazione basata sulla simulazione. Grazie a una leadership continua, che fa sì che il DEI diventi un punto fermo nell’educazione basata sulla simulazione – all’interno dell’industria, delle organizzazioni professionali, dell’istruzione e della ricerca – è inevitabile che nel prossimo decennio si facciano ancora più progressi.  

Referenze

Conigliaro, R.L., Peterson, K.D., Stratton, T.D. (2020). Lack of diversity in simulation technology. Simulation in Healthcare, 15, 112-114. https://doi.org/10.1097/SIH.0000000000000405

Foronda, C., & MacWilliams, B. R. (2015). Cultural humility in simulation: A missing standard? Clinical Simulation in Nursing, 11, 289-290. doi:10.1016/j.ecns.2015.04.002

Foronda, C., Baptiste, D., & Ockimey, J. (2016). As simple as Black and White: The presence of racial diversity in simulation product advertisements. Clinical Simulation in Nursing, 13(1):24-27. https://doi.org/10.1016/j.ecns.2016.10.007

Foronda, C. Prather, S.L., Baptiste, D. Townsend-Chambers, C., Mays, L., & Graham, C. (2020). Underrepresentation of racial diversity in simulation: An international study. Nursing Education Perspectives 41(3), 152-156. 10.1097/01.NEP.0000000000000511

Foronda, C.L. (2021). Debriefing for cultural humility. Nurse Educator, 46(5), 268–270. https://doi.org/10.1097/NNE.0000000000000957

Foronda, C.L., McDermott, D.S., & Crenshaw, N. (2022a). Prebriefing for Cultural Humility. Clinical Simulation in Nursing, 71, 141-145. doi: https://doi.org/10.1016/j.ecns.2022.02.008

Foronda, C., Jefferies, K., & Walshe, N. (2022b). Teaching equity, diversity, and inclusion through simulation: A new science. Clinical Simulation in Nursing, 71, 1-2. https://doi.org/10.1016/j.ecns.2022.08.006

Graham, C. & Atz, T. (2015). Baccalaureate minority nursing students’ perception of high-fidelity simulation. Clinical Simulation in Nursing, 11(11), 482-488. https://doi.org/10.1016/j.ecns.2015.10.003

Graham, C., Atz., T., Phillips, S., Newman, S., & Foronda, C. (2018). Exploration of a racially diverse sample of nursing students’ satisfaction, self-efficacy, and perceptions of simulation using racially diverse manikins: A mixed methods pilot study. Clinical Simulation in Nursing, 15, 19-26. https://doi.org/10.1016/j.ecns.2017.08.007

INACSL Standards Committee. (2021). Healthcare Simulation Standards of Best PracticeTM. Clinical Simulation in Nursing, https://doi.org/10.1016/j.ecns.2021.08.018

Murillo, C., Diaz, D.A., Tamanna, N., Worthy, K., & Jenerette, C. (2023). Social determinants of health in graduate nursing simulation education: An integrative review. Nurse Educator, doi:10.1097/NNE.0000000000001561

National Institute of Nursing Research. (2022). National Institute of Nursing Research 2022-2026 Strategic Plan. Retrieved from https://www.ninr.nih.gov/sites/files/docs/NINR_One-Pager12_508c.pdf

LEGGI ANCHE

Crystal Murillo
Author

Crystal Murillo

PhD, RN, CHSE Assistant Professor University of South Carolina View all Posts
Cynthia Foronda
Author

Cynthia Foronda

PhD, RN, CNE, CHSE, ANEF, FAAN Assistant Dean for Innovation, Clinical Research, and Scholarship Professor of Clinical University of Miami School of Nursing and Health Studies View all Posts

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter

Tutte le notizie SIM, direttamente sulla tua email.
Ricevi mensilmente le migliori ricerche, innovazioni e storie sulla simulazione sanitaria

Join our newsletter