Mi capita spesso di avere che alcuni partecipanti allo scenario particolarmente difficili da gestire quando faccio il debriefing… I “resistenti”!

Che vuoi dire?

È un discorso troppo lungo… ma vediamo insieme i resistenti più frequenti, ossia quelli che io chiamo gli “oppositivi”.

Chi sono?

Quelli che ti squalificano qualsiasi cosa proponi, che contestano sempre il realismo del tuo scenario, che si oppongono ai suggerimenti tecnici o delle linee guida. Spesso non si impegnano perché “tanto è tutto un gioco…”

Certo! Mi capitano spesso! E non so proprio come cavarmela! Talvolta sono quelli che sono stati in qualche modo obbligati a partecipare ai miei corsi, oppure quelli che, essendo colleghi dello stesso ospedale, hanno già tra di loro dei conflitti precedenti.

Hai detto bene! A questa categoria appartengono anche i critici a tutti i costi, i “mister so tutto io”, tutti quelli che avendo una personalità rigida, non riescono ad entrare nello spirito della simulazione…

Anche questi, purtroppo, mi sono capitati!

Ma ricordati che si può essere oppositivi anche perché il debriefer non è riuscito a spiegare le differenze tra realtà clinica e realismo dello scenario o non ha creato un ambiente sicuro e non giudicante… infatti si può essere oppositivi anche per paura di essere giudicati e di esporsi alle critiche degli altri.

È vero. Me lo ricorderò. Ma allora che cosa mi consigli di fare?

Trasforma l’opposizione in adempimento! In questo modo annullerai la funzione principale della resistenza, che viene invece trasformata in cambiamento.

Ma come faccio in pratica?

Potresti ringraziare l’oppositivo, affidandogli un compito costruttivo, senza entrare nel merito della discussione, dicendogli ad esempio che “Quello che vedi tu non lo vede nessuno, per cui ti chiedo di aiutarmi ad identificare le carenze che si sono manifestate”.


TRATTO DA:
G Capogna, PL Ingrassia, E Capogna, M Bernardini, G Nardone.
Il Debriefing dopo lo scenario di simulazione. Base e Avanzato-Strategico. Manuale per il facilitatore. 2021 Pearson Italia, Milano.
ISBN: 9788891923059

Author